Le Muse minori nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

LE MUSE MINORI NELLA MITOLOGIA GRECA

Le Muse Giovani sono figure mitologiche presenti nelle storie dell'antica Grecia: nove donne belle e intelligenti, le Muse Giovani erano strettamente associate alle arti e alle scienze e a coloro che le praticavano, fungendo da ispirazione e guida.

La nascita delle Muse più giovani

Le Muse Giovani furono così chiamate per distinguerle dalle tre Anziane. Muse Esiodo, il famoso poeta greco, avrebbe affermato che le Muse erano figlie di Zeus e del titano femminile Mnemosine.

Guarda anche: La dea Armonia nella mitologia greca

Si dice che Zeus abbia visitato Mnemosine per nove notti consecutive, consumando il loro rapporto in ogni notte.

Guarda anche: Briseus nella mitologia greca

Esiodo, insieme ad altre fonti, nomina le nove Muse minori come: Calliope (Bella voce), Clio (Celebrare), Erato (Amato), Euterpe (Dare molta gioia), Melpomene (Celebrare con il canto), Polifonia (Molti inni), Terpsichore (Dilettarsi nella danza), Thalia (Sbocciare), e Ourania (Celeste).

Le Muse che danzano con Apollo - Baldassarre Peruzzi - PD-art-100

Il ruolo delle Muse e di Esiodo

Gli scrittori dell'antichità avrebbero attribuito a ciascuna Musa un ruolo particolare; Calliope divenne la Musa della poesia epica; Clio, la Musa della storia; Erato la Musa della poesia erotica; Euterpe, la Musa della poesia lirica; Melpomene, la Musa della tragedia; Polimnia, la Musa degli inni sublimi; Terpsichore, la Musa del canto e della danza corale; Thalia, la Musa della commedia; e Ourania, la Musa dell'astronomia.

Il ruolo fondamentale delle Muse minori era però quello di ispirare l'artista e l'artigiano.

Esiodo avrebbe affermato che, quando era un pastore che sorvegliava il suo gregge sul monte Elicona, egli stesso fu visitato dalle Muse, le quali gli conferirono il dono della scrittura e della poesia e lo ispirarono per la stesura delle sue opere successive. L'opera più famosa di Esiodo è la Teogonia, che narra la genealogia degli dei. Si dice che questa conoscenza gli sia stata trasmessa direttamente dalle Muse, e che le Muse gli abbiano dato la possibilità di conoscere il mondo degli dei.Infatti, la prima sezione della Teogonia è dedicata e scritta in lode delle Muse.

Atena e le Muse - Hendrick van Balen il Vecchio (1573-1632) -PD-art-100

Le Muse e il Monte Olimpo

Il Monte Elicona è un'area della Grecia particolarmente associata al culto delle muse, anche se si dice che le Muse minori si trovassero normalmente sul Monte Elicona. Monte Olimpo Si diceva infatti che le Muse minori fossero nate per raccontare la grandezza di Zeus e degli altri dei dell'Olimpo.

Le Muse compaiono in molte altre fonti e con una certa frequenza nei racconti della mitologia greca, spesso in compagnia di altre divinità, in particolare di Apollo e dei Cariti Anche le Muse minori erano spesso ritratte in compagnia di Dioniso.

Apollo e le Muse - Anton Raphael Mengs (1728-1779) -PD-art-100

Muse Benefattrici e antagoniste

Le Muse minori erano ospiti gradite delle feste e delle celebrazioni che si tenevano sul Monte Olimpo, quando si intrattenevano con gli invitati; sono anche menzionate come presenti alle nozze di Eros e Psiche, Cadmo Ma anche le Muse minori apparivano ai funerali di eroi importanti, come Achille e Patroclo. Se da un lato le Muse cantavano lamenti, dall'altro il loro ruolo era quello di garantire che la grandezza dell'individuo fosse ricordata e che i lutti non rimanessero per sempre nella tristezza. Si dice che siano state le Muse a seppellire Orfeo.

Le Muse erano generalmente considerate benefiche, eppure, come molti altri membri del pantheon dell'Olimpo, avevano anche il loro lato vendicativo. Le Muse erano considerate le migliori interpreti, eppure la loro posizione era spesso messa in discussione. Thamyris, le Sirene e le Pieridi organizzarono gare contro le Muse. In ogni caso le Muse vinsero e punirono i loro avversari. Thamyris fu accecato e gli fu tolta l'abilità, alle Sirene furono strappate le piume, mentre la donna Pieridi si sono trasformati in uccelli chiacchieroni.

Oggi le Muse sono ricordate soprattutto come ispiratrici degli artisti, e ancora oggi è un concetto che si pensa, dove si dice che le persone abbiano trovato la loro Musa. Nell'antichità gli artisti dedicavano spesso le loro opere alle Muse, probabilmente credendo che la loro abilità derivasse dall'intervento divino.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.