La città di Tebe nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

LA CITTÀ DI TEBE NELLA MITOLOGIA GRECA

Oggi una vivace città mercato di 20.000 persone, la città greca di Tebe era un tempo una delle città-stato dominanti dell'antichità; come tale era, ed è, una città al centro di molti racconti della mitologia greca.

Nella mitologia greca, Tebe era una città strettamente legata a Cadmo, Dioniso ed Edipo, ma anche personaggi come Eracle avevano legami con l'insediamento.

Cadmo, gli Spartoi e Tebe

La storia di Tebe inizia normalmente con quella di Cadmo Cadmo fu consigliato dall'Oracolo di Delfi di abbandonare la ricerca e di costruire una nuova città, dove una mucca avrebbe condotto Cadmo e il suo seguito.

Cadmo seguì la vacca fino alla Beozia e dove si posò sorgerà una nuova città.

Guarda anche: Il re Tindaro nella mitologia greca

Prima che la costruzione potesse avere inizio, Cadmo perse i suoi uomini a causa dell'attacco dei Drago ismailita Ma guidato da Atena, Cadmo avrebbe seminato i denti del drago per far nascere gli Spartoi.

Fu così che Cadmo e i Spartoi costruì una nuova città, chiamata Cadmea o Cadmeia, in onore di Cadmo.

Cadmo e Minerva - Jacob Jordaens (1593-1678) - PD-art-100

La Terra degli Ogigi

La terra dove fu costruita la città di Tebe era la terra di Ogyges, il primo sovrano della Beozia e re degli Ottoni.

Fu però al tempo di Ogyges che un'inondazione devastò la Beozia, forse il Grande Diluvio legato a Deucalione e Pirra; e quindi Cadmo giunse in una terra priva di insediamenti e di persone.

Posizione di Tebe

Tebe e i discendenti di Cadmo

Cadmo avrebbe dovuto scontare un periodo di servitù al dio Ares, per l'uccisione del Drago Ismeneo, anche se le fonti antiche differiscono sulla durata di questa servitù o sulla data in cui si verificò nella vita di Cadmo.

Cadmo finirà però per trovarsi una moglie sotto forma di Armonia , figlia di Ares e Afrodite.

Cadmo sarebbe diventato padre di un figlio Polidoro , e quattro figlie, Ino Ciascuno dei figli di Cadmo avrebbe avuto un legame con Tebe, in misura maggiore o minore.

Semele diventerà naturalmente un'amante di Zeus, che darà poi vita a Dioniso, il dio greco più legato a Tebe, e col tempo Polidoro diventerà re di Tebe.

In età avanzata, Cadmo abdicò dal trono di Cadmea (Tebe), ma poiché Polidoro era troppo giovane per governare, il trono passò al nipote di Cadmo, Penteo, figlio di Agave e dello Spartoi Echion.

Governanti di Tebe

Tebe al tempo di Penteo

Durante il periodo di Penteo Le zie di Dioniso, Agave Ino e Autonoe, avevano già diffuso la voce che Dioniso fosse nato da una relazione tra Semele e una popolana, e anche Penteo negava la divinità del figlio di Zeus.

Dioniso trasformò così le donne di Tebe in Menadi, sue seguaci, che avrebbero intrapreso i rituali bacchici sul monte Cithaeron.

Dioniso ignorerà i consigli di Cadmo e del veggente Tiresia e inizierà a reprimere i seguaci di Dioniso, inducendo però Penteo a spiare le attività delle Menadi, ma il re di Tebe verrà scoperto e la sua stessa madre e le zie finiranno per strappare Penteo da un arto all'altro.

Mentre la linea familiare di Penteo continuerà attraverso il figlio Menoeceo, il trono di Tebe passerà al figlio di Cadmo, Polidoro.

Penteo e i seguaci di Dioniso - Luigi Ademollo, (1764-1849) - illustrazione dalle Metamorfosi di Ovidio, Firenze, 1832 - PD-art-100

Re e reggenti di Tebe

La regola di Polidoro La sua vita fu apparentemente breve, poiché, pur avendo avuto un figlio, Labdaco, da Nycteis, Labdaco era ancora un bambino quando Polidoro morì.

Nycteis era figlia di Nicteo, un uomo che arrivò a Tebe, insieme al fratello Licio, quando entrambi erano in fuga, perché avevano ucciso il re Flegia, un re della Beozia. Il suocero di Polidoro, Nycteus alla morte di Polidoro, sarebbe diventato reggente di Tebe al posto di Labdaco.

Nycteus ebbe un'altra figlia, Antiope Antiope, amante di Zeus, era incinta di due figli, Anfione e Zeto, quando fuggì da Tebe, temendo la reazione del padre. Antiope trovò rifugio a Sicione, ma la sua presenza, insieme al re Epopeo, fece sì che Nycteus portasse Tebe in guerra con Sicione. Questa fu la prima guerra per i Tebani.

Nycteus fu ferito mortalmente in guerra, ma prima di morire nominò suo fratello Lycus reggente di Tebe.

Alla fine però, Labdacus Il nuovo re di Tebe commise gli stessi errori dei suoi predecessori: Labdaco condusse una guerra infruttuosa contro Atene e si oppose al culto di Dioniso a Tebe, per cui Labdaco, come Penteo, fu ucciso dalle Menadi.

Tebe nella mitologia greca

Cadmo

Armonia

Drago di Ares

Spartoi

Guarda anche: Il re Priamo nella mitologia greca

Antiope

Sfinge

Volpe Teumessiana - Laelaps

Sette contro Tebe

Epigoni

Niobe

Anfitrione - Alcmene - Eracle

Atteone

Thebe

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.