Phrixus nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

PHRIXUS NELLA MITOLOGIA GRECA

Il nome di un principe mortale della mitologia greca, principe di Beozia, ha un ruolo importante all'inizio del racconto del vello d'oro.

Phrixus Fratello di Helle

Phrixus era il figlio del re Athamas di Beozia, nato dalla prima moglie Nefele, una ninfa delle nuvole. Oceanide piuttosto che la ninfa delle nuvole creata da Zeus per confondere Ixione.

Phrixus avrebbe avuto una sorella, Helle, nata da Athamas e Nephele.

Il complotto di Ino

Athamas e Nefele si separeranno però, perché Athamas ora desidera una principessa mortale, Ino, figlia di Cadmo E così Phrixus e Helle ebbero una nuova matrigna.

Come è accaduto in tante storie nel corso dei millenni, Ino si rivelò una matrigna malvagia, poiché nutriva un odio intenso nei confronti dei suoi figliastri, in particolare di Frexus. Ino aveva dato alla luce ad Athamas due figli, Learchus e Melicertes, e ora cercava di consolidare le loro posizioni come eredi del regno beota.

Ino complottò e creò un'immaginaria siccità in Beozia, poi fece in modo che gli araldi di Athamas riportassero false notizie dall'Oracolo di Delfi, proclamando che la siccità e la carestia sarebbero state eliminate solo se Athamas avesse sacrificato Phrixus.

Guarda anche: Elena nella mitologia greca

Fuga di Phrixus

Athamas fu costretto dai suoi stessi sudditi ad ascoltare il messaggio e fu costruito un altare sacrificale. Nefele, però, non aveva abbandonato i suoi figli, nonostante la separazione dal marito, e la ninfa delle nuvole intervenne per salvare Phrixus e Helle.

L'ariete d'oro, figlio di Poseidone, fu inviato in Beozia per salvare i figli di Athamas e di Helle. Ariete d'oro era una bestia magica, con la capacità di parlare e di volare.

Atterrato in Beozia, l'ariete d'oro fece salire sul suo dorso Crisso e Helle, poi riprese il volo e si diresse verso la Colchide.

La morte di Helle

Il piano era di mettere la massima distanza possibile tra Phrixus e Helle, e Ino, e la Colchide era alla fine del mondo conosciuto.

Il volo fu lungo, però, e mentre Phrixus riuscì ad aggrapparsi al vello dell'ariete d'oro, la più giovane Helle si trovò a perdere la presa. Alla fine, la presa di Helle fallì, e la sorella di Crisso precipitò verso la morte nel punto che in seguito sarebbe stato conosciuto come Ellesponto.

Crisso non poté fare nulla per salvare la sorella e così, in groppa all'ariete d'oro, il figlio di Athamas volò verso la Colchide.

Guarda anche: Hyrieus nella mitologia greca
Phrixos e Helle - illustrazione del libro del 1902 - PD-art-100

Phrixus in Colchide

Una volta sbarcato in Colchide, l'ariete d'oro stesso informò allora Crisso che doveva sacrificare il suo salvatore a Zeus e poi portare il vello d'oro al re Eete, il sovrano della Colchide.

Phrixus fece come aveva detto l'ariete di Goldren, ed entrò nella corte reale di Eete All'epoca Eete era un re ospitale e accettò di buon grado il magnifico dono offerto dal nuovo arrivato nella sua terra. Il Vello d'oro sarebbe stato poi posto nel boschetto di Ares.

Eete era così innamorato di Crisso che il re della Colchide gli presentò una nuova moglie, la figlia di Eete, Chalciope.

Figli di Phrixus

Si diceva comunemente che Phrixus fosse diventato padre di quattro figli da Chalciope, Argo, Citisoro, Melas e Phrontis.

Questi quattro figli di Phrixus sarebbero apparsi nel racconto di Giasone e degli Argonauti, quando il Argo salvò i fratelli mentre la loro nave si stava arenando nel tentativo di navigare verso la terra del padre.

Alcuni sostengono che Citisoro sia tornato in Beozia a un certo punto, perché avrebbe impedito che Athamas, il padre di Phrixus, venisse sacrificato lì.

È probabile che Crisso abbia vissuto la sua vita, fino alla vecchiaia, in Colchide con Chalciope.

L'arrivo di Frexus cambia Eete

Portare il Vello d'Oro a Eete fu di grande beneficio per Trissino, ma alla fine si rivelò la rovina di Eete, perché portò a un cambiamento nel re della Colchide: Eete passò dall'essere un ospite ospitale a uno che metteva a morte tutti gli stranieri, perché si diceva che avrebbe perso il suo regno se il re fosse stato ucciso. Vello d'oro mai lasciato il suo regno; e naturalmente, anni dopo, questo è ciò che accadde con l'arrivo di Giasone e degli Argonauti in Colchide.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.