Pentesilea nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

PENTESILEA MITOLOGIA GRECA

Pentesilea, nella mitologia greca, era una leggendaria regina delle Amazzoni e una guerriera di un certo rilievo. Pentesilea si sarebbe trovata a Troia, combattendo a fianco delle forze del re Priamo contro gli Achei.

L'Amazzone Pentesilea

Pentesilea era figlia di Ares e della regina delle Amazzoni Otrera Pentesilea aveva tre sorelle, Antiope , Ippolita e Melanippe, tutte relativamente famose nella mitologia greca.

Pentesilea e la morte di Ippolita

Le storie che riguardano le varie Amazzoni figlie di Otrera sono confuse, ma Pentesilea viene alla ribalta a causa della morte di Ippolita.

Ora alcuni dicono Ippolita Alcuni raccontano che fu uccisa da Eracle quando venne a recuperare la sua cintura, altri raccontano che fu uccisa da Teseo, quando attaccò Atene, ma altri ancora raccontano che non fu nessuno dei due eroi greci a uccidere Ippolita in battaglia, perché Ippolita fu uccisa accidentalmente nel combattimento (in entrambi i casi) da Pentesilea.

In alternativa, Ippolita non morì in battaglia, ma in un incidente di caccia, quando Pentesilea scagliò una lancia contro un cervo.

Pentesilea Regina delle Amazzoni

Alla morte di Ippolita, Pentesilea divenne regina delle Amazzoni, ma si riteneva non degna della posizione, avendo ucciso la sorella.

Ma mentre le altre donne della mitologia greca avrebbero potuto uccidersi, una guerriera non l'avrebbe fatto, e così Pentesilea cercò un modo per morire in battaglia.

Guarda anche: Ixion nella mitologia greca

Pentesilea arriva a Troia

Naturalmente a Troia si stava svolgendo una grande battaglia tra Troiani e Achei e così Pentesilea si recò a Troia.

Pentesilea non viaggiava da sola, perché secondo Quinto Smirne, ne La caduta di Troia;

"C'erano Clonie, Polemusa, Derinoe, Evandre e Antandre, Bremusa, Hippothoe, Harmothoe dagli occhi scuri, Alcibie, Derimacheia, Antibrote e Thermodosa che si gloriavano della lancia".

Ma questi eroi amazzonici nominati erano solo una parte della forza amazzonica, perché con loro arrivò un enorme esercito di fanti, arcieri e cavalleria.

L'arrivo di Pentesilea e delle Amazzoni non è raccontato nell'Iliade di Omero, che termina con la morte di Ettore, ma si riteneva che fosse un tema centrale dell'Eziopide, un'epopea perduta, così come l'arrivo delle Amazzoni. Memnon .

Pentesilea la Mercenaria

Pentesilea viene comunemente rappresentata come una guerriera in cerca di un modo onorevole per morire, o come una regina che vuole mostrare la bravura del suo popolo, ma altri la definiscono una mercenaria, che accetta l'assoluzione di Re Priamo per l'uccisione di Ippolita e accettando anche un tesoro per aver difeso Troia.

Altri definiscono Pentesilea anche vanagloriosa, perché secondo alcuni avrebbe promesso al re Priamo di uccidere Achille, cosa che nessun altro difensore dei Troiani si era avvicinato a fare.

Pentesilea in battaglia

Così, quando giunse l'alba, Pentesilea indossò l'armatura e le armi datele dal padre Ares e si avviò verso il campo di battaglia; la tregua dopo la morte di Ettore ormai giunto al termine.

Pentesilea confidava nell'abilità delle proprie guerriere e così furono le schiere di Amazzoni ad entrare sul campo di battaglia, prive dei Troiani.

Si formarono schiere di arcieri, fanti e cavalleria e gli Achei furono costretti a mettere in campo tutti gli uomini disponibili per affrontare l'esercito delle Amazzoni.

I grandi arcieri dell'esercito acheo, tra cui Teucro e Odisseo, uccisero molte Amazzoni, ma Pentesilea uccise altrettanti Achei con il suo arco.

La cavalleria e i fanti dei due eserciti si sarebbero poi incontrati e Pentesilea avrebbe affrontato Aiace il Grande, uno dei più grandi eroi achei, ma anche se Pentesilea non riuscì ad avere la meglio su Aiace, l'eroe acheo non riuscì ad avere la meglio sulla regina delle Amazzoni.

Pentesilea e Achille

Ritirarsi dalla lotta, Aiace il Grande è stato sostituito da Achille, con il capo dei Mirmidoni che ora affronta Pentesilea.

Guarda anche: Gli dei del mare nella mitologia greca

Nelle versioni più semplici del racconto di Pentesilea, ad Achille è bastata una lancia per riuscire dove Aiace ha fallito: la lancia di Achille ha infatti trapassato l'armatura di Pentesilea, uccidendo la regina delle Amazzoni.

Una storia meno comune racconta che Pentesilea fu all'altezza del suo vanto e uccise Achille quando i due si incontrarono sul campo di battaglia. Teti Fu allora il risorto Achille a uccidere Pentesilea.

Pentesilea - Arturo Michelena (1863-1898) - PD-art-100

Il corpo di Pentesilea

Si disse allora che Achille avrebbe riportato indisturbato il corpo di Pentesilea a Troia, perché, tolto l'elmo della sua vittima, Achille era stato rapito dalla bellezza della regina delle Amazzoni; alcuni arrivarono a dire che Achille era innamorato della defunta Pentesilea.

Per questo atto di carità Achille fu deriso da Tersite, che prontamente cavò gli occhi di Pentesilea con la sua lancia; e un Achille furioso uccise così Tersite. Achille avrebbe dovuto essere purificato per l'uccisione di un suo compagno acheo da parte di Odisseo.

Alcuni raccontano che ciò causò una faida tra Diomede e Achille, poiché Tersite era cugino di Diomede, ma questa è una storia raccontata da pochi, e non si dice che Diomede e Tersite fossero vicini.

La morte di Pentesilea - Johann Heinrich Wilhelm Tischbein (1751-1829) - PD-art-100

Nel caso in cui Diomede fosse arrabbiato per la morte di Tersite, si dice che Diomede gettò il corpo di Pentesilea nel fiume. Scamandro , anche se in seguito fu recuperata e consegnata ai Troiani per la sepoltura.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.