Amalthea nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

AMALTHEA NELLA MITOLOGIA GRECA

Amaltea è una figura della mitologia greca che compare durante la storia dell'infanzia di Zeus, poiché Amaltea era una delle badanti di Zeus a Creta, anche se se Amaltea fosse una ninfa o una capra è un punto spesso dibattuto.

Amalthea e la nascita di Zeus

Il signore dei Titani Crono temeva di essere rovesciato dal suo stesso figlio e così, ogni volta che Rea, sua moglie, partoriva, inghiottiva il bambino, imprigionandolo nel suo stomaco. Cinque figli, Era, Estia, Demetra, Poseidone e Ade, furono così imprigionati, ma quando nacque un sesto figlio, Zeus, Rhea Crono fu poi indotto con l'inganno a inghiottire una pietra al posto di Zeus.

Zeus fu nascosto sul monte Ida, nella Grotta Idaea, o sul monte Dicte, nella Grotta Dicta, ma Rea non poté stare con il figlio e così la cura fu affidata ad Adrasteia, Ida e Amalthea.

Amalthea Ninfa o Capra?

Adrasteia e Ide erano ninfe figlie di Melisseus, il capo delle divinità rustiche note come Curetes, ma se Amalthea fosse una terza ninfa o una capra di proprietà di Adrasteia e Ide, è aperto all'interpretazione.

Guarda anche: I Moirai nella mitologia greca

Se Amalthea è una ninfa, allora è talvolta considerata una Ninfa oceanica Amalthea, quindi figlia di Oceano e Teti, o in alternativa si pensa che Amalthea sia sorella di Adrasteia e Ide, e quindi figlia di Melisseo.

Guarda anche: Automedonte nella mitologia greca

In alcuni testi si parla di un'altra ninfa, Adamanthea, anche se in genere si ritiene che sia solo un nome diverso di Amalthea.

Nel Fabulae fu Amalthea ad appendere la culla di Zeus a un albero, in modo che non facesse parte del cielo e non toccasse terra, affinché Crono non se ne accorgesse. Questo sarebbe stato un compito difficile per una capra, ma ugualmente molte fonti antiche raccontano che Amalthea era il nome della capra.

A nascondere Zeus contribuirono anche Melisseo e gli altri Cureti, che danzarono con le loro armature, suonando i tamburi, per nascondere i suoni del neonato Zeus.

Zeus bambino allattato dalla capra Amalthea - Nicolas Poussin (1594-1665) - PD-art-100

Zeus si avvale di Amalthea

La capra, sia essa Amalthea o di proprietà di Amalthea, avrebbe allattato il piccolo Zeus, fornendogli nutrimento e permettendogli di crescere.

Il nutrimento di Zeus, però, non era privo di pericoli: si dice che una volta, mentre Zeus allattava la capra, le abbia spezzato un corno. Questo corno fu in seguito impregnato di proprietà magiche, che gli permettevano di ottenere tutto ciò che il proprietario desiderava. Cornucopia .

Tuttavia, nella mitologia greca esistevano storie di origine alternative per la Cornucopia.

In quanto capra, Amalthea è anche talvolta associata all'Egida di Zeus, lo scudo usato dal dio per proteggersi, poiché il dio si servì della pelle della capra dopo la sua morte.

Altri sostengono invece che lo scudo di Zeus provenisse dalla pelle della Gorgone Aix, una creatura mostruosa uccisa da Zeus all'inizio della storia. Titanomachia .

Allo stesso modo, diverse fonti antiche affermano che Amalthea, come capra, fu posta da Zeus tra le stelle come costellazione di Capra, ma anche Capra sarebbe la rappresentazione della Gorgone Aix, o Aix, moglie del dio Pan.

Ninfe che presentano una cornucopia ad Amalthea - Noël Coypel I (1628-1707) - PD-art-100

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.