Neleo nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

NELEO NELLA MITOLOGIA GRECA

Neleo nella mitologia greca

Nella mitologia greca, Neleo era un re di Pylas, figlio di Poseidone, fratello di Pelia e padre di Nestore, e quindi una figura relativamente importante, che collega molti filoni mitologici diversi.

Neleo figlio di Tiro

La madre di Neleo era Tiro, figlia del re Salmoneo e della regina Alcidice, ma, alla morte di Alcidice, Tiro ebbe una matrigna malvagia, Sidero, che maltrattava costantemente la figliastra.

L'ordine degli eventi che hanno portato alla sua nascita varia da una fonte all'altra, ma la versione più comune inizia con Tiro oltre alle rive del fiume Enipeo.

Si dice che Tiro fosse infatuata del Potamoi Enipeo, ma Poseidone, venuto a conoscenza di questa infatuazione, si travestì da Enipeo e andò a letto con Tiro. Di conseguenza, Tiro sarebbe rimasta incinta di due gemelli. Alcuni raccontano poi che Tiro denunciò questi figli, o perché si vergognava, o perché suo padre Salmoneus Le disse di farlo, non credendo che Tiro avesse giaciuto con un dio e credendo invece che si trattasse di un inganno di suo fratello, Sisifo.

In seguito, Tiro sposerà il re Creteseo di Iolcus e darà alla luce tre figli, Aeson , Amythaon e Pheres.

In alternativa, viene raccontata una storia meno mistica, secondo la quale Neleo e Peleo erano semplicemente figli aggiuntivi di Tiro e Creso, piuttosto che figli di Poseidone.

Neleo e Pelia

Naturalmente, pur essendo stati dati per morti, Neleo e Pelia non morirono e furono salvati da un guardiano di cavalli; alcuni dicono che questo guardiano li abbia allevati, mentre altri dicono che quest'uomo li abbia affidati a Sidero perché se ne prendesse cura. In quest'ultimo caso, Neleo e Pelias avrebbe assistito al maltrattamento di Tiro.

Quando Neleo e Pelia raggiunsero l'età adulta, si resero conto di chi fosse la loro madre e dei maltrattamenti subiti. Neleo e Pelia cercarono quindi di vendicare la loro madre e, sebbene Sidero si fosse rifugiata nel santuario di Era, Pelia la uccise ugualmente.

Neleo arriva a Pilo

Seguì un disaccordo tra Neleo e Pelia, anche se se questo avvenne prima o dopo che Pelia avesse usurpato Aeson per diventare re di Iolcus (essendo morto Cretheus), dipende dalla fonte che si legge.

Le strade di Neleo e Pelia si separano e Neleo arriva in Messenia, dove riceve dal cugino, Re Afareo , una striscia di terra costiera, dove si dice che Neleo abbia creato una nuova città-stato chiamata Pylos.

Neleo e Clori

Neleo avrebbe sposato Cloris, che secondo molti era l'unica sopravvissuta. Niobide Neleo sarebbe diventato padre di numerosi figli: i figli di Clori e Neleo furono chiamati Alastor, Asterius, Chomius, Deimachus, Epilaus, Eurybis, Eurymenes, Evagoras, Nestor, Phrasius, Pylaon e Taurus.

Un altro figlio di Clori è stato nominato come Periclemenus, anche se Periclemo era potenzialmente un figlio di Poseidone, piuttosto che di Neleo.

Si dice che la figlia di Neleo fosse Pero. Neleo pretendeva dai pretendenti di sua figlia il bestiame di Filaco, bestiame che era custodito da un temibile cane. Bias, con grande assistenza del fratello, Melampo Pero, figlia di Neleo, recuperò il bestiame e divenne così regina di Argo.

La caduta di Neleo

La caduta di Neleo avvenne anni dopo che il figlio di Tiro era diventato re di Pilo, perché durante la sua reggenza arrivò nel regno Eracle, che in un impeto di follia aveva ucciso Ifito, figlio di Eurytus con Eracle che getta Ifito dalle mura di Tirinto.

Guarda anche: Maia nella mitologia greca

Ora, Eracle cercava l'assoluzione per il suo crimine, e tale assoluzione era un potere che i re dell'Antica Grecia avevano. Il re Eurito, però, era stato amico di Neleo, e così Neleo si rifiutò di purificare Eracle dal suo crimine.

In seguito, Eracle tornerà nel Peloponneso e il figlio di Zeus condurrà una serie di campagne militari; Eracle attaccherà quindi Pilo per vendicarsi del precedente rifiuto di Neleo.

Si dice che Neleo e tutti i suoi figli, tranne Nestore, abbiano preso parte alla difesa di Pilo, eppure anche con il dio Ade Combattendo al loro fianco, il regno di Neleo cadde in mano a Eracle.

Neleo, insieme a tutti i suoi figli, a parte Nestore che all'epoca non si trovava a Pilo, e forse Periclemo, che secondo alcuni si sarebbe trasformato in un'aquila per fuggire, morirono nella difesa.

Guarda anche: Menesthius nella mitologia greca

Il Regno di Pylos

Dopo la morte di Neleo, il regno di Pilo divenne di Nestore, anche se forse fu diviso tra Nestore e Periclemo; tuttavia, i discendenti di Eracle avrebbero in seguito affermato che Nestore aveva mantenuto il trono di Pilo fino al futuro ritorno di Eracle.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.