Esione nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

ESIONE NELLA MITOLOGIA GRECA

Ci sono molte figure femminili famose nella mitologia greca, e tra i mortali sono particolarmente note quelle di Elena e Andromaca; anche se il nome di Esione non è forse altrettanto riconoscibile, il personaggio di Esione ha avuto un ruolo in molte storie.

Esione principessa di Troia

Esione era una principessa di Troia, in quanto figlia del re Laomedonte e quindi nipote del re di Troia. Ilus La madre di Esione è variamente indicata come Strymo, Leicuppe o Placia.

Esione avrebbe avuto una serie di fratelli, tra cui Tithonus, Lampus, Clytius, Hicetaon, Bucalion e Podarces; e sorelle, Cilla Oggi il più famoso dei fratelli di Esione è Podarces, anche se è conosciuto più comunemente con un altro nome.

L'Esione sacrificale

Esione sale alla ribalta per la prima volta a causa della follia del padre, il re Laomedonte.

Esiliati per un periodo di tempo dal Monte Olimpo, gli dei Apollo e Poseidone cercarono lavoro a Troia, e Re Laomedonte avrebbe impiegato Apollo per badare alle sue mandrie, mentre Poseidone sarebbe stato pagato per costruire le mura difensive di Troia. È importante notare che Poseidone fu assistito nella costruzione delle mura da un mortale chiamato Eaco.

Quando il tempo di impiego di Apollo e Poseidone giunse al termine, Laomedonte si rifiutò di pagare la coppia per il loro lavoro; Laomedonte non aveva riconosciuto la divinità dei suoi due dipendenti.

Per punizione, Apollo avrebbe poi fatto scendere su Troia la peste e la pestilenza, mentre Poseidone avrebbe inviato un mostro marino, il Trojan Cetus per terrorizzare il litorale.

Per placare il mostro marino, gli abitanti di Troia furono costretti a lasciare sulla spiaggia una fanciulla in sacrificio al mostro, e i sacrifici furono estratti a sorte. Alla fine fu il nome di Esione a essere estratto per essere la prossima vittima del mostro marino di Troia.

Eracle a Troia

A questo punto l'eroe greco Eracle arrivò a Troia. Alcuni raccontano che in quel momento Eracle era nel mezzo delle sue fatiche, altri dicono che arrivò con gli Argonauti, altri ancora che era appena partito. Omphale .

In ogni caso, Eracle entrò a Troia e disse a Laomedonte che avrebbe salvato Esione e ucciso il mostro marino se Laomedonte gli avesse dato la vite d'oro e i cavalli divini, i pagamenti dati a Tros, padre di Ganimede, quando Zeus rapì suo figlio. Laomedonte accettò subito.

Guarda anche: Elettra figlia di Agamennone nella mitologia greca

Così, Eracle uccise il mostro marino, potenzialmente uccidendolo dall'interno del suo stomaco, salvò Esione e la riportò a Laomedonte.

Ancora una volta, però, Laomedon si rifiutò di pagare i servizi resi.

Eracle non aveva il tempo di occuparsi del re che rompeva gli accordi in quel momento, ma l'eroe greco giurò di tornare.

Guarda anche: Pylas nella mitologia greca Eracle ed Esione - Seguace di Francois Lemoyne - PD-life-70

Il ritorno di Eracle

In seguito, Eracle tornò davvero, alla guida di sei navi di uomini e accompagnato da Telamone, compagno di Eracle in diverse avventure.

Ora, nessun mortale potrebbe pensare di rompere le mura costruite da un dio, ma non tutte le mura di Troia erano state costruite da Poseidone, poiché Eaco ne aveva costruiti alcuni, e guarda caso Eaco era il padre di Telamone.

Secondo alcuni, fu Telamone a sfondare per primo le mura di Troia, un atto che fece arrabbiare Eracle, che desiderava essere il primo, ma Telamone placò subito la rabbia di Eracle, costruendo un magnifico sacrificio che doveva essere offerto in nome di Eracle.

La rabbia di Eracle contro Telamon La rabbia nei confronti di Laomedonte non si placò, perché Eracle mise a ferro e fuoco il re di Troia, uccidendo contemporaneamente anche alcuni figli di Laomedonte. Un figlio, Podarces, sarebbe stato risparmiato dalla morte grazie all'intervento di Esione.

Hesione riscatta suo fratello

Eracle aveva dato Esione a Telamone come premio di guerra in segno di gratitudine per la sua assistenza, e ora Esione ha riportato in vita il fratello Podarces, donando a Eracle un velo d'oro.

Eracle accetterà il riscatto offerto da Esione, e Podarces diventerà d'ora in poi noto come Priamo, dal greco "comprare". Eracle allora pose Priamo sul trono di Troia.

In alternativa, in un mito molto meno comune, Priamo era assente da Troia quando fu conquistata da Eracle, ma tornò per trovare sua sorella rapita e il resto della sua famiglia ucciso.

Esione madre di Teucro

Si diceva che Telamone fosse sposato con Periboea, una donna che gli avrebbe dato un figlio di nome Aiace, ma anche Esione rimase incinta del re di Salamina e anch'essa partorì un figlio a Telamone, un figlio chiamato Teucro .

Esione a Salamina

Alcuni raccontano che, molti anni dopo, Priamo, ormai potente re, inviò a Telamone degli inviati sotto forma di Antenore e Anchise, chiedendo il ritorno della sorella Esione. La richiesta fu però rifiutata da Telamone.

Questa è la ragione per cui Priamo non ordinò a Paride di restituire Elena, quando la moglie di Menelao fu rapita da Sparta da suo figlio; perché c'era forse tanta differenza tra la presa di Esione e quella di Elena?

Esione non tornò mai a Troia, ma lo fece suo figlio Teucro, che fu uno dei capi dell'esercito acheo durante la guerra di Troia, entrando perfino nell'esercito di Troia. Cavallo di legno e partecipando al saccheggio di Troia, la sua patria.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.