La principessa Scilla nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

LA PRINCIPESSA SCILLA NELLA MITOLOGIA GRECA

Il nome di Scilla è famoso nella mitologia greca, anche se è un nome legato principalmente al mostro che operava di fronte a Cariddi. C'era una seconda famosa Scilla nella mitologia greca; questa Scilla era una principessa di Megara.

Scilla di Megara

Scilla era figlia di Nisus re di Megara e sua moglie Habrote, rendendo Scilla sorella di Eurinome e Ifinoe.

Scilla sarebbe salita alla ribalta durante la guerra tra Atene e Creta: Androgeo, figlio del re Minosse di Creta, era morto mentre si trovava ad Atene e Minosse aveva inviato il suo esercito contro Atene.

Megara era una regione dell'Attica e un'alleata di Atene, poiché il re Niso era fratello del re Egeo di Atene, essendo entrambi figli del re Pandione II. Così, durante la guerra, Megara fu attaccata dalle forze del re Minosse.

Niso, però, era invulnerabile perché sulla sua fronte c'era una ciocca magica di capelli color porpora; così il re radunò i suoi difensori e Megara resistette all'esercito cretese.

Scilla e Minosse

Il re Minosse arrivò sul campo di battaglia e Scilla osservò il re di Creta e se ne innamorò, forse dopo le manipolazioni di Eros. Scilla decise di dimostrare il suo amore per Minosse rimuovendo il lucchetto di porpora dalla testa del padre, facendolo morire e facendo cadere la città di Megara nelle mani del re Minosse.

Guarda anche: Phorbas nella mitologia greca

Alcuni raccontano che non fu una storia d'amore a causare la caduta di Niso, ma semplicemente una corruzione, con Minosse che offrì a Scilla una collana d'oro.

Scilla che taglia i capelli viola del padre - Nicolas-André Monsiau (1754-1837) - PD-art-100

Scilla rifiutata e trasformata

Dopo aver agito, Scilla si recò dal re Minosse, ma il re di Creta non amava Scilla e rifiutò la figlia di Niso, perché non voleva stare vicino a una persona così infida. Così, Minosse salpò da Megara.

Scilla, però, era ancora innamorata di Minosse, per cui tentò di inseguire a nuoto la flotta cretese e annegò nel suo infruttuoso inseguimento. Alcuni raccontano che fu Minosse a legarla e ad annegarla, per la mancanza di fedeltà dimostrata al padre.

Guarda anche: Tantalo nella mitologia greca

Quando morì, si dice che Scilla si trasformò in un piccolo uccello marino, o in un pesce; ma allo stesso tempo Niso si era trasformato in un falco pescatore, o in un'aquila di mare, e il padre volò dietro alla figlia traditrice, un inseguimento che continua ancora oggi.

La storia di una figlia che si rivolta contro il padre non è rara nella mitologia greca, e in effetti più tardi la figlia del re Minosse, Arianna, aiuterà Teseo nell'uccisione del Minotauro. Anche Pisidice e Leicofrye tradirono i loro padri per il presunto amore degli aggressori.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.