Iole nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

IOLE NELLA MITOLOGIA GRECA

Nella mitologia greca, Iole era una donna associata all'eroe greco Eracle: una volta promessa a Eracle, e sebbene non si fossero mai sposati, Iole sarebbe stata la causa della fine di Eracle.

Iole Figlia di Eurito

Iole era una principessa di Oechalia, poiché era figlia di Re Eurito e la regina Antioche; rendendo Iole fratello di Clito, Ifito, Molione e Toxeus.

Il concorso per Iole

Iole sarebbe cresciuta fino a diventare una bella donna e, una volta maggiorenne, Eurytus cercò di trovarle un degno marito.

Eurytus decise quindi di dare in sposa Iole solo a chi fosse in grado di battere lui e i suoi figli in una gara di tiro con l'arco. Non sarebbe stata un'impresa facile, perché Eurytus era il nipote di Apollo e aveva ereditato dal dio una grande abilità con l'arco.

I pretendenti arrivarono da lontano per contendersi la mano di Iole, ma nessuno riuscì a battere Eurytus e i suoi figli.

Eracle, però, venne a sapere del concorso e, conoscendo la bellezza di Iole, decise di concorrere per lei.

Eracle rifiutò

Alcuni raccontano che anni prima Euristeo aveva addestrato Eracle nell'arte del tiro con l'arco, ma se così fosse, l'abilità dell'allievo superava di gran lunga quella del maestro, perché le frecce di Eracle volavano più vere di quelle di Euristeo e dei suoi figli.

Quando però Eracle venne ad accettare il suo premio, Eurito si rifiutò di permettere a Iole di sposare Eracle, nonostante le proteste del figlio Ifito. Si dice che Eurito rifiutò di permettere a Iole di andare con Eracle perché temeva che il destino di Iole fosse segnato. Megara , la prima moglie di Eracle, attendeva la figlia se l'avesse fatto.

Il ritorno di Eracle

Eracle, infuriato, lasciava Oechalia e, qualche tempo dopo, sposava Deianira , la principessa di Calydon.

Tuttavia, Eracle non dimenticò mai l'insulto di Eurito e in seguito condusse un esercito contro Oechalia per vendicarsi. Oechalia cadde rapidamente sotto i colpi di Eracle ed Eurito e i suoi figli superstiti furono messi a ferro e fuoco dal semidio.

Alcuni raccontano che Iole tentò di uccidersi gettandosi dalle mura della città di Oechalia, ma fu impedita da Eracle, oppure che il suo vestito agì come un paracadute impedendole di farsi male. In ogni caso, Iole, ancora viva, fu presa da Eracle per diventare la sua concubina.

La paura di Deianira

Questo atto, però, causò a Deianira una grande preoccupazione, perché temeva che il marito l'avrebbe lasciata per Iole. Fu allora che Deianira si ricordò del filtro d'amore che le era stato dato dal centauro Nesso. Deianira ricoprì un mantello con il filtro e lo fece avere a Eracle; il filtro d'amore, però, era una miscela velenosa di sangue del centauro e del veleno del Idra di Lorena E mentre Eracle indossava il mantello, egli stesso veniva avvelenato e alla fine sarebbe morto.

Guarda anche: Gli Spartoi nella mitologia greca

Iole sposa Hyllus

Prima di morire, però, il semidio chiese a Hyllus, il suo figlio maggiore avuto da Deianira, di sposare la sua concubina affinché si prendesse cura di lei.

Guarda anche: I pretendenti di Elena nella mitologia greca

Hyllus era a capo degli Eraclidi dopo la morte del padre e Iole gli avrebbe dato due figli, un maschio di nome Cleodaeus e una femmina di nome Evaechme.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.