Erysichthon nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

ERISICONO NELLA MITOLOGIA GRECA

Erysichthon nella mitologia greca

Erysichthon era un uomo empio di cui si parla nei racconti della mitologia greca, un uomo le cui azioni riuscirono a far arrabbiare la dea Demetra, causando la sua stessa morte.

Erysichthon Figlio di Triopa

Erysichthon è comunemente considerato un figlio di Triopas , potenzialmente una delle Heliadi, e Hiscilla , una figlia di Mirmidone Callimaco chiama Erysichthon re di Tessaglia, mentre Ovidio non attribuisce questo titolo al figlio di Triopa.

Ovidio, però, racconterà che Erisctone fu padre di Mestra, di cui Poseidone si approfittò una volta.

Erysichthon e il boschetto di Demetra

Storie simili sono raccontate sia da Callimaco che da Ovidio, anche se entrambi danno abbellimenti diversi al racconto.

Vicino al luogo in cui risiedeva Erysichthon (potenzialmente Dotium in Tessaglia) si trovava un boschetto sacro alla dea Demetra Il boschetto abbondava di alberi di ogni tipo, ma al centro c'era una possente quercia (o pioppo).

Nel boschetto giunsero Erysichthon e i suoi aiutanti, intenzionati a tagliare gli alberi per costruire una sala per i banchetti.

La quercia cadde sotto le asce di Erisctone e dei suoi uomini e, con la morte della possente quercia, morì anche la driade ad essa associata. Le altre driadi si recarono allora da Demetra e chiesero una punizione per Erisctone.

Callimaco racconta che Demetra si presentò nel suo boschetto sacro sotto mentite spoglie quando cadde il primo colpo d'ascia e cercò di dissuadere Eritone dalla sua azione, ma il figlio di Triopa continuò.

Guarda anche: Megapenthes nella mitologia greca

In ogni caso, per la profanazione del suo boschetto sacro, Demetra ha effettivamente subito una punizione.

Guarda anche: Il re Eete nella mitologia greca

La punizione di Erysichthon

Riconoscendo che il legno del suo boschetto doveva essere utilizzato in una sala per banchetti, Demetra si sarebbe servita di Limos, la dea greca della fame, perché da quel momento in poi Erysichthon avrebbe sofferto di una fame insaziabile.

Dal momento in cui Erysichthon si svegliava fino al momento in cui andava a dormire, mangiava, mentre un banchetto dopo l'altro gli veniva servito; eppure più mangiava, più desiderava il cibo. Demetra faceva in modo che anche le sue notti fossero disturbate, perché gli Oneiroi venivano mandati fuori, e ogni notte Erysichthon sognava cibo e banchetti.

Si dice che questa fame insaziabile sia stata anche una punizione inflitta al padre di Erisctone, Triopa, che aveva distrutto un tempio di Demetra in Tessaglia per ottenere materiale da costruzione per la propria casa.

Erysichthon e Mestra

Banchetto dopo banchetto, la famiglia di Erysichthon rimase presto senza cibo e, pur mangiando i cavalli e i muli, Erysichthon rimase affamato. Allora Erysichthon vendette la propria figlia, Mestra, per poter comprare più cibo.

Mestra non voleva essere di proprietà di nessuno e, pregando il suo ex amante Poseidone, chiese aiuto. Poseidone diede a Mestra la capacità di cambiare forma e così fuggì dall'uomo a cui era stata venduta.

Quando Erysichthon si rese conto che sua figlia poteva cambiare aspetto a piacimento, decise che avrebbe potuto venderla più volte.

Erysichthon vende la figlia Mestra - Jan Steen (1625/1626-1679) - PD-art-100

Questo denaro, però, fu presto speso in cibo, e alla fine Erysichthon era così affamato che iniziò a mangiare se stesso, e fu così che la sua fame insaziabile finì per ucciderlo.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.