La dea Nike nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

LA DEA NIKE NELLA MITOLOGIA GRECA

Nike era una dea dell'antico pantheon greco e, sebbene non fosse una delle divinità principali, era comunque una figura importante che rappresentava la vittoria per gli antichi greci.

Guarda anche: Mitologia greca dalla A alla Z I

Nike Figlia di Styx

La dea Nike era figlia del Titano di seconda generazione. Pallas Pallade era il dio greco della battaglia, e l'Oceanide Styx Così la Nike era anche sorella di Zelos (Zelo), Bia (Forza) e Cratus (Forza).

Il nome Nike significa Vittoria e l'equivalente romano di Nike era Victoria.

In quanto dea greca della vittoria, Nike era strettamente associata all'atletica e ad altre competizioni, oltre che alla guerra. Per questo motivo Nike era normalmente raffigurata come una bella donna, con una lira in mano, per celebrare la vittoria, una corona, per incoronare il vincitore, e una coppa e una ciotola per le libagioni in onore degli dei.

A tal fine, il nome di Nike veniva invocato dai concorrenti di successo e dai generali vittoriosi.

La dea Nike - redwarrior2426 - CC-BY-SA-3.0
Allegoria della vittoria - Fratelli Le Nain - PD-art-100

Nike nella Titanomachia

Il racconto più famoso di Nike nella mitologia greca risale all'inizio della storia di Zeus, quando Zeus cercava di usurpare il potere di suo padre Crono e degli altri Titani.

Zeus inviò un messaggio a tutte le divinità per chiedere alleanze, promettendo onori e potere a chi si fosse unito a lui, mentre chi si fosse opposto avrebbe perso posizioni e potere.

Guarda anche: Menesteo nella mitologia greca

Stige fu la prima dea a schierarsi con Zeus, e l'Oceanide portò con sé i suoi quattro figli, Nike, Zelus, Bia e Cratere , che si unì volontariamente alle forze del Monte Olimpo.

Durante la successiva guerra, la Titanomachia, Nike avrebbe agito come auriga di Zeus, guidando il controllo dei suoi cavalli e del suo carro attraverso i campi di battaglia. Naturalmente, la dea della Vittoria si dimostrò vincente e Zeus prese il mantello di divinità suprema dal padre.

L'assistenza fornita da Nike e dai suoi fratelli li avrebbe visti onorati di una residenza permanente sul Monte Olimpo vicino a Zeus, dove i quattro agirono come guardiani del trono stesso di Zeus.

Nike l'auriga

In seguito Nike riprenderà il suo ruolo di auriga di Zeus durante la Gigantomachia, la guerra dei Giganti, e anche durante la rivolta di Tifone.

La rivolta di Tifone avrebbe visto il mostruoso Tifone minacciare l'esistenza del Monte Olimpo e tutti gli dei e le dee greche, tranne Zeus e Nike, sarebbero fuggiti dalla minaccia. Nike avrebbe offerto parole di conforto a Zeus e lo avrebbe sostenuto nella lotta con Tifone, lotta che Zeus avrebbe ovviamente vinto.

Dopo le guerre, Nike fu spesso collegata ad Atena, la dea greca della saggezza e della strategia bellica.

Nike e soldato ferito (Berlino) - Tilman Harte - CC-BY-3.0

La dea Nike nell'antichità e oggi

Nell'antichità, le raffigurazioni di Nike abbondano: la dea si trovava infatti su un'ampia gamma di monete e, inoltre, le statue della dea Nike venivano spesso costruite per commemorare le vittorie nelle battaglie, come nel caso della statua La Nike alata di Samotracia. Anche nel XX secolo l'uso di Nike nelle statue è continuato: la dea greca è stata infatti scolpita come parte del trofeo originale Jules Rimet perla coppa del mondo di calcio.

Oggi l'immagine della dea Nike e il suo nome continuano a vivere: ovviamente c'è il marchio di abbigliamento sportivo che porta il suo nome, ma anche molte statue di Nike (nella sua veste romana di Vittoria) sono ancora visibili, tra cui quelle in cima alla Porta di Brandeburgo e all'Arco di Trionfo del Carrousel. La pace affiancata dalla vittoria - Arc de triomphe du carrousel Paris - Greudin - Pubblicato nel PD

Albero genealogico di Nike

Ulteriori letture

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.