La dea Gaia nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

LA DEA GAIA NELLA MITOLOGIA GRECA

Gaia è stata storicamente una delle più importanti di tutte le divinità greche, anche se il suo nome non è quello che oggi si pensa spesso in questo contesto. Nell'antica Grecia era comunque venerata, perché non solo Gaia era la dea greca della Terra, ma era anche la Dea Madre, l'antenata della maggior parte delle altre divinità.

Oggi i neopagani venerano Gaia, considerata ancora la Madre Terra.

La linea familiare di Gaia

Gaia sarebbe nata all'inizio del cosmo, poiché, secondo Esiodo, era uno dei primi dei, un Protogenoi, che emergeva dal Caos. Le divinità "prime nate" erano quattro: Caos, Gaia, Tartaro ed Eros.

La terra in questo momento era informe, ma Gaia si sarebbe messa al lavoro per far nascere le caratteristiche e la vita. Gaia avrebbe fatto nascere anche altri Protogenoi, i dieci Ourea , le montagne, il Ponto, il mare, e Ouranos, il cielo.

Ouranos sarebbe diventato la prima divinità suprema e in seguito si sarebbe associato a Gaia, con la Terra che avrebbe dato vita ai tre Ciclopi, i tre Ecatonchiri e i 12 Titani.

Con il Ponto, Gaia avrebbe dato vita anche a diverse divinità del mare, tra cui Ceto, Eurybia, Nereo, Phorcys e Thaumas .

Albero genealogico di Gaia

Immagine espandibile

Gaia arrabbiata

Guarda anche: Gli Oceanidi nella mitologia greca

Ouranos, figlio di Gaia, poteva essere la divinità suprema, ma non era affatto sicuro della sua posizione e, temendo di essere rovesciato, Ouranos imprigionava la Ciclopi ed Ecatonchiri all'interno del Tartaro, il pozzo infernale che si trova nelle viscere di Gaia.

Questa prigionia causò a Gaia dolore fisico e mentale, ma stranamente Ouranos non temeva i Titani e così Gaia complottò con i suoi 12 figli.

Crono avrebbe impugnato una falce adamantina e, mentre i suoi fratelli tenevano fermo Ouranos, Crono avrebbe castrato suo padre e, mentre il sangue del dio del cielo cadeva su Gaia, Gaia avrebbe dato vita ai Giganti, alle Erinni e alle Melie.

Gaia di nuovo arrabbiata

Guarda anche: Le Eliadi nella mitologia greca

Crono sarebbe diventato il nuovo dio dominante, ma non era più sicuro della sua posizione e per questo teneva imprigionati i Ciclopi e gli Ecatonchiri, incurante dei desideri di Gaia. Gaia avrebbe fatto una profezia secondo cui Crono stesso sarebbe stato rovesciato dal suo stesso figlio.

Per aggirare l'ostacolo, Crono ingoiava i suoi figli quando nascevano dalla moglie Rea, facendo così arrabbiare sia Gaia che Rea. Il sesto figlio nato da Rea, Zeus fu segregato a Creta da Gaia e Rea, mentre Gaia tramava la sua vendetta su Crono.

Alla fine Zeus guiderà una ribellione contro i Titani e li rovescerà nel corso della Titanomachia .

Gaia arrabbiata per la terza volta

Gaia Dea Madre - Anselm Feuerbach (1829-1880) - PD-art-100 Gaia fu inizialmente contenta quando Zeus liberò i suoi figli, i Ciclopi e gli Ecatonchiri, dal Tartaro, ma poi si dispiacque quando Zeus rinchiuse molti dei Titani al loro posto.

Gaia avrebbe poi incitato i suoi 100 figli giganti alla ribellione, anche se questa ribellione, la Gigantomachia Il suo successo fu minore rispetto a quelli precedentemente intrapresi per suo volere, poiché gli dei del Monte Olimpo, aiutati da Eracle, sconfissero e uccisero i Giganti.

Zeus, però, non punì la nonna e anzi Gaia avrebbe dato a Zeus un figlio, Re Manes con Poseidone avrebbe fatto da madre Anteo e Cariddi, e con Efesto partorì il re Erichthonius.

Gaia era ampiamente venerata in Grecia perché era l'antenata della maggior parte delle divinità più importanti ed era anche la prima dea associata agli importantissimi Oracoli.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.