Cirene nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

CIRENE NELLA MITOLOGIA GRECA

Cirene era una delle figure più belle della mitologia greca, tanto da spingere Apollo a prendere Cirene come amante.

La bella Cirene

Di solito si dice che Cirene fosse una principessa mortale, figlia del re Ipseo, re dei Lapiti, e di una ninfa senza nome. Cirene aveva due sorelle di nome, Temisto e Astyaguia.

Ipseo era figlio dei Potamoi Peneo e Creusa, ma alcuni sostengono che Cirene non fosse figlia di Ipseo, bensì sua sorella, essendo nata da Peneo. Questo farebbe di Cirene non una principessa mortale, ma una Naiade ninfa.

Cirene e bestiame - Edward Calvert (1799-1883) - PD-art-100

La cacciatrice Cirene

Certamente Cirene aveva la bellezza delle ninfe, e alcuni sostengono che Cirene fosse una rivale delle Cariti in quanto ad aspetto. Per molti versi, però, Cirene era più simile ad Artemide, poiché Cirene divenne una cacciatrice di un certo rilievo e una che, come la dea, era protettiva nei confronti della sua virtù.

L'abilità di Cirene come cacciatrice le permise di diventare la principale protettrice del bestiame e delle pecore del padre, ed è in questo ruolo che fu notata dal dio greco Apollo.

Quando un leone attaccò il bestiame di Ipseo, Cirene non lo uccise con un giavellotto o una freccia, ma lottò con lui, finché non soccombette. Apollo fu molto colpito dalla forza e dall'audacia di Cirene, e alcuni dicono che Apollo si degnò persino di chiedere al centauro Chirone informazioni sulla donna che aveva osservato.

Guarda anche: Capaneus nella mitologia greca

Il rapimento di Cirene

In preda all'amore, o alla lussuria, Apollo decise di rapire Cirene, e così la figlia di Ipseo fu trasportata sul carro dorato di Apollo e si ritrovò rapidamente in un altro continente, poiché Apollo aveva portato Cirene in Libia.

Apollo avrebbe giaciuto con Cirene in un luogo un tempo chiamato Collina del Mirto e, di conseguenza, Cirene avrebbe dato alla luce un figlio, che sarebbe stato chiamato Aristaeus. Apollo avrebbe dato ad Aristaeus ambrosia e nettare, rendendolo uno degli immortali.

Apollo che rapisce Cirene - Frederick Arthur Bridgman (1847-1928) - PD-art-100

Aristaeus figlio di Cirene

Aristaeus sarebbe stato portato via da Cirene come un neonato e affidato alle cure degli Horai (Stagioni) e Gaia , prima di essere portato a Chiron per un tutoraggio.

Guarda anche: Ambrosia e nettare nella mitologia greca

Aristaeus eccelleva nell'allevamento delle api e nella produzione di miele, così come nella cura degli ulivi e nella cagliatura del latte; anche se fu per la fornitura di miele che Aristaeus fu venerato come un dio.

Nonostante sia stata separata dal figlio in giovane età, Cirene sarà una figura ricorrente nelle storie di Aristaeus adulto, aiutandolo come richiesto.

Altri figli di Cirene

Alcuni nominano anche il veggente Idmon come figlio di Apollo e di Cirene, anche se il Argonauta Inoltre, vengono nominati anche altri figli di Apollo e Cirene: si parla di un figlio, Coeranus, e di una figlia, Lyscimache.

Ma c'è anche chi sostiene che Idmone, Coerano e Lisciamaco non fossero figli di Apollo, ma fossero nati a Cirene da Abas, un veggente argivo.

Occasionalmente, Cirene viene anche chiamata madre del re Diomede di Tracia, dal dio Ares, anche se è molto probabile che si tratti di un'altra Cirene. Diomede sarebbe ovviamente il proprietario dei famosi cavalli presi da Eracle.

Cirene trasformata

Nel punto in cui era stata deposta Cirene sarebbe sorta una nuova città, chiamata Cirene dal nome dell'amante di Apollo, e alcuni raccontano che fu proprio Apollo a fondare la città. L'area intorno alla città sarebbe stata conosciuta anche come Cirenaica.

Mentre Cirene sarebbe stata abbandonata in Libia, Apollo la onorò trasformandola in ninfa, garantendo a Cirene una lunga vita, o forse l'immortalità.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.