I protogeni nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

I PROTOGENOI

La parola Protogenoi può essere tradotta come "primo nato", e nella mitologia greca le prime divinità erano proprio questo.

I Protogenoi di Esiodo

La dea Gaia - Dewade - CC-BY-SA-3.0 Esiodo nella Teogonia nominerebbe 11 Protogenoi I primi quattro sembrano essere nati all'inizio del tempo.

La prima delle divinità greche ad esistere fu Caos una dea che sarebbe venuta a rappresentare l'aria della terra, diversa quindi dall'aria dei cieli o degli inferi. Poco dopo si formarono altri tre dei e dee greci. Gaia , una divinità femminile che, oltre a essere la personificazione della terra, sarebbe stata considerata la madre di quasi tutte le altre divinità del pantheon greco.

Anche due divinità maschili sono state classificate nella prima ondata di Protogenoi; Eros, il dio greco della procreazione, che permetteva la continuazione della vita; e Tartaro Un dio che sarebbe esistito sotto la terra e sarebbe diventato la prigione degli inferi.

Il sonno e la morte, i figli della notte - Evelyn De Morgan (1855-1919) - PD-art-100 Esiodo avrebbe poi nominato altri sette Protogenoi, anche se in realtà non si trattava di "primogeniti", ma piuttosto di figli e nipoti del Caos o della Gaia .

La figlia era Nyx, la dea greca della notte, che ogni giorno lasciava la sua caverna per portare la notte nel mondo. Nyx avrebbe lavorato fianco a fianco con il marito-fratello, Erebus , il dio greco delle tenebre.

Nyx ed Erebus sarebbero diventati genitori di una terza generazione di Protogenoi, quando Etere , il dio del giorno, e Hemera Aether ed Hemera lavoravano naturalmente fianco a fianco, proprio come i loro genitori, e avevano il compito di bandire la notte e di far nascere il giorno ogni mattina.

Guarda anche: Iapeto nella mitologia greca

Gaia avrebbe dato vita anche ad altri Protogenoi, con Ouranus , il dio del cielo, e Pontus Il Ponto, come rappresentante del mare, era importante nell'Antica Grecia, ma fu Ouranus a diventare il dio più importante, essendo il primo sovrano supremo del pantheon greco.

Gaia avrebbe dato origine anche all'unico gruppo considerato Protogenoi, l'Ourea , dieci divinità barbute che rappresentano le montagne, montagne che comprendevano Monte Olimpo .

Albero della famiglia Protogenoi

Altri Protogenoi nella mitologia greca

Crono allo Schlossbergmuseum - scattata da Mirko - Rilasciata in PD Mentre oggi Esiodo è generalmente usato come riferimento principale per gli dei greci, altri scrittori dell'antichità nominavano altri dei e dee greci che venivano chiamati Protogenoi.

I più famosi di questi Protogenoi aggiuntivi sono probabilmente Crono e Ananke Queste due divinità greche sono presenti nella tradizione orfica, con Crono essendo il dio del tempo, e Ananke Si dice che queste due divinità siano intrecciate con tutto ciò che è venuto dopo.

Guarda anche: La dea Febe nella mitologia greca

Altri Protogenoi includono anche Idro , il dio dell'acqua; Phanes , il dio dell'apparenza; Thalassa , la dea della superficie del mare; Physis , dea della natura; Tesi , dea della creazione; e il Nesoi , le isole.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.