Cefeo nella mitologia greca

Nerk Pirtz 04-08-2023
Nerk Pirtz

IL RE CEFEO NELLA MITOLOGIA GRECA

Nella mitologia greca, Cepheus era il nome di un re dell'Etiopia, marito di Cassiopea, padre di Andromeda e poi suocero di Perseo.

L'ascendenza di Cefeo

L'ascendenza di Cefeo non è del tutto chiara, anche se si dice più comunemente che Cefeo fosse il figlio di Belus re della terra allora conosciuta come Libia (Nord Africa), e Anchinoe , figlia del Potamoi Nilus.

Se Cepheus era davvero figlio di Belus, allora era potenzialmente fratello di Aegyptus, il re che diede il nome all'Egitto; di Danaus, l'uomo da cui discesero i Danaani; di Phoenix, l'eponimo della Fenicia; di Agenor, padre di Europa e Cadmo; e di Phineus.

Guarda anche: Deifobo nella mitologia greca

In alternativa, Cepheus è talvolta chiamato figlio di Phoenix, figlio di Belus o Agenor, nel qual caso il suo unico fratello era Phineus.

Cefeo re di Etiopia

La terra allora conosciuta come Libia, fu ereditata da Danaus Aegyptus divenne sovrano dell'Arabia, anche se in seguito ci furono problemi tra i due fratelli. A un certo punto, però, Cefeo si era allontanato dalla Libia, perché fu nominato re dell'Etiopia.

Secondo Erodoto, l'Etiopia era la terra che si trovava a sud dell'Egitto, dando origine all'idea che si trattasse di tutta l'Africa subsahariana. Era una terra sconosciuta, perché mentre le persone risalivano il Nilo fino alla Nubia, pochi si spingevano più a sud.

La famiglia di Cefeo

Cepheus avrebbe sposato la bella Cassiopea, una donna di origine sconosciuta; mentre alcuni la definiscono una ninfa, è più probabile che fosse semplicemente una bella mortale.

Cefeo sarebbe diventato padre di una bellissima figlia, Andromeda, che sarebbe poi andata in sposa a Perseo, ma prima di ciò Cefeo aveva annunciato che la figlia avrebbe sposato Fineo, fratello di Cefeo.

Problemi per Cepheus

Cepheus infatti si fa notare nella storia di Perseus perché Perseus sarebbe arrivato in Etiopia quando il regno di Cepheus era in difficoltà; anche se i problemi non erano di Cepheus.

Cassiopea era consapevole della bellezza sua e di sua figlia e sosteneva che la propria bellezza, o quella di Andromeda, superava quella delle Nereidi, le 50 ninfe figlie di Nereo.

La vanteria di Cassiopea sarebbe arrivata alle orecchie delle Nereidi, e nessun dio o dea, anche se minori nel pantheon greco, avrebbe permesso una tale arroganza. Le Nereidi, che facevano parte del seguito di Poseidone, si recarono dal dio del mare greco per esprimere il loro disappunto. Ascoltando le lamentele delle Nereidi, Poseidone inviò un'alluvione per inondare la linea di mare dell'Etiopia, e inviò anche un mostro marino, il Cetus etiopico per devastare la terra.

Guarda anche: Automedonte nella mitologia greca

Il sacrificio di Andromeda

Cepheus si sarebbe recato rapidamente all'Oasi di Siwa per consultare l'Oracolo di Ammon su come liberare la sua terra dai problemi che l'avevano colpita. Le notizie date a Cepheus, però, non furono piacevoli: al re di Etiopia fu detto che solo il sacrificio della propria figlia avrebbe potuto essere considerato un'occasione di salvezza. Andromeda al Cetus sarebbe stato sufficiente a liberare la sua terra.

Il clamore del suo popolo costrinse Cefeo a seguire le istruzioni dell'Oracolo e fu proprio dopo che Andromeda fu incatenata alle rocce del mare che Perseo si alzò in volo.

Perseo, naturalmente, uccise il Ceto etiope e salvò Andromeda, e poiché Perseo era favorito dagli dèi, non ci furono ulteriori problemi inviati da Poseidone sull'Etiopia; e in effetti, Cefeo, in quanto figlio di Belus, era in ogni caso un nipote del dio.

Cefeo e Cassiopea ringraziano Perseo - Pierre Mignard (1612-1695) - PD-art-100

Un erede per Cepheus

Un riconoscente Cefeo avrebbe poi fatto in modo che sua figlia Andromeda sposasse Perseo Il re di Etiopia, ignorando il fatto che aveva già promesso la figlia al fratello Fineo.

Quando Fineo si lamentò, Cefeo fece notare che non era stato Fineo a salvare Ezio o Andromeda dall'etiope Cetus, inducendo Fineo a prendere in mano la situazione, ma il fratello di Cefeo sarebbe stato infine trasformato in pietra, quando Perseo scatenò su di lui lo sguardo di Medusa.

Andromeda e Perseo partirono dall'Etiopia alla volta di Serifo, ma solo dopo molti mesi; durante questo periodo, Andromeda diede alla luce il primo figlio di Perseo, Perses.

Poiché Cefeo non aveva eredi maschi, Perse fu affidato al nonno e fu da Perse che nacque il nome di Persia e tutti i re persiani, poiché discendevano da Perse, erano quindi discendenti di Cefeo, re di Etiopia.

Cepheus, per associazione con Perseus, sarebbe stato successivamente collocato tra le stelle come costellazione di Cepheus, vicino alle altre costellazioni di Perseus, Andromeda , Cassiopea e Cetus.

Nerk Pirtz

Nerk Pirtz è uno scrittore e ricercatore appassionato con un profondo fascino per la mitologia greca. Nato e cresciuto ad Atene, in Grecia, l'infanzia di Nerk è stata piena di storie di divinità, eroi e antiche leggende. Fin dalla giovane età, Nerk è stato affascinato dal potere e dallo splendore di queste storie, e questo entusiasmo si è rafforzato nel corso degli anni.Dopo aver completato una laurea in studi classici, Nerk si è dedicato all'esplorazione delle profondità della mitologia greca. La loro insaziabile curiosità li ha portati in innumerevoli ricerche attraverso testi antichi, siti archeologici e documenti storici. Nerk ha viaggiato molto attraverso la Grecia, avventurandosi in angoli remoti per scoprire miti dimenticati e storie non raccontate.L'esperienza di Nerk non si limita solo al pantheon greco; hanno anche approfondito le interconnessioni tra la mitologia greca e altre antiche civiltà. La loro ricerca approfondita e la loro conoscenza approfondita hanno conferito loro una prospettiva unica sull'argomento, illuminando aspetti meno noti e gettando nuova luce su storie note.Come scrittore esperto, Nerk Pirtz mira a condividere la loro profonda comprensione e amore per la mitologia greca con un pubblico globale. Credono che questi antichi racconti non siano mero folklore ma narrazioni senza tempo che riflettono le lotte, i desideri e i sogni eterni dell'umanità. Attraverso il loro blog, Wiki Greek Mythology, Nerk mira a colmare il divariotra il mondo antico e il lettore moderno, rendendo i regni mitici accessibili a tutti.Nerk Pirtz non è solo uno scrittore prolifico, ma anche un narratore accattivante. Le loro narrazioni sono ricche di dettagli, dando vividamente vita agli dei, alle dee e agli eroi. Con ogni articolo, Nerk invita i lettori a un viaggio straordinario, permettendo loro di immergersi nell'incantevole mondo della mitologia greca.Il blog di Nerk Pirtz, Wiki Greek Mythology, funge da risorsa preziosa per studiosi, studenti e appassionati, offrendo una guida completa e affidabile all'affascinante mondo degli dei greci. Oltre al loro blog, Nerk ha anche scritto diversi libri, condividendo la loro esperienza e passione in forma stampata. Sia attraverso i loro impegni di scrittura che di discorsi in pubblico, Nerk continua a ispirare, educare e affascinare il pubblico con la sua impareggiabile conoscenza della mitologia greca.